Vediamo di rispondere ad alcune domande frequenti

D. Che differenza esiste tra Sostenibilità e Sobrietà?

R. La Sostenibilità è un encomiabile modo per esprimere un progetto di trasformazione in senso ambientalista dei modelli di produzione energetica, industriale e di trasporto. Sotto l'aspetto positivo, di carattere ambientalista, si nasconde però un immenso "business" che si propone di modificare tutti i sistemi di produzione industriale e di trasporto e di affiancare alle forme esistenti di produzione energetica altre modalità "rinnovabili". La Sobrietà non contesta l'idea ambientalista (tutt'altro) ma contesta il "business" mascherato nel termine generico di Sostenibilità.

D. La Sobrietà ha a che fare con la Decrescita felice?

R. Assolutamente no: non crediamo affatto nella decrescita e tanto meno immaginiamo che una decrescita possa essere felice. Siamo convinti che si possa incrementare la Crescita modificando i termini della redistribuzione della ricchezza.

D. La Sobrietà contesta l'introduzione dell'Intelligenza Artificiale?

R. No, il ruolo dell'intelligenza artificiale si dimostra utile e necessario. Desideriamo però che col pretesto  dell'Intelligenza Artificiale non si sacrifichi il lavoro umano e, con il lavoro, la determinazione del reddito e la dignità individuale. Dobbiamo diventare più "umani", conservare le risorse e rendere le risorse disponibili alla più ampia platea possibile, non dobbiamo necessariamente produrre di più.

D. A quale domanda essenziale risponde la Filosofia della Sobrietà?

R. La Filosofia della Sobrietà risponde alla domanda essenziale posta da Erich Fromm: L'obiettivo dell'Uomo è diventare più umano o produrre di più?

D. La Filosofia della Sobrietà contesta il Liberismo economico?

R. No, il liberismo regolato dallo Stato, è la forma più democratica di produzione e distribuzione che, finora, il mondo abbia conosciuto. Riteniamo che a fianco di un liberismo "non selvaggio" si possano determinare altre modalità di produzione e scambio, in forma di Comunità, che grazie alla rete web soddisfi alcune categorie di esigenze di consumo.

D.Cosa si intende, quindi, per Sobrietà?

R: Una consapevolezza profonda delle proprie necessità, quelle vere e autentiche, non quelle determinate dal marketing e dalla pubblicità, sulla quale basare i propri consumi, sapendo che riducendo i propri consumi si mettono a disposizione di altri i prodotti che non consumiamo. Una Consapevolezza profonda delle proprie azioni, sapendo che non solo influenzano il nostro mondo personale, ma tutto l'ambiente.

Risparmio nei consumi energetici, scelte sostenibili, buone pratiche gestionali, opzioni a favore dell'economia circolare.

Iscriviti alla mia mailinglist

© 2020-2023 by Gilberto Borzini 

Centro Studi Filosofia Sociale via carlo dionisotti 12, 13100 Vercelli

c.f. BRZGBR55C24F205Q gilberto.borzini@gmail.com

per Associazione Valore e Territorio